Jordi Prat Pons - Mostra personale

16 marzo - 14 aprile 2018

Il nostro spazio espositivo ospita le opere di un artista spagnolo di grande spessore, Jordi Prat Pons. 

Le tele raffigurano, come egli stesso afferma, “il mondo che mi circonda, quello più vicino a me: i tappi, le latte, le bibite, i poster… tutti questi oggetti di uso quotidiano rappresentano una finestra dalla quale i sentimenti viaggiano in direzione del passato. Dipingo con le carte, le faccio a pezzi, le lascio invecchiare, le sporco, le confondo e quando raggiungono lo stato da me desiderato, conferisco loro il protagonismo che stavo cercando”.

 

Leggi tutto »

Simona Capitini, Gaetano Fracassio, Lindsay Kemp, Ferruccio Maierna, Nicola Maria Martino, Jordi Prat Pons, Franco Valente, Michele Zaza - Collettiva 2018

20 gennaio - 10 marzo 2018

54 Arte Contemporanea, polo culturale aperto all’espressione di tutte le forme d’arte, inaugura la nuova stagione espositiva con la mostra “Collettiva 2018”, i cui artisti di diversa nazionalità sono: Ferruccio Maierna, Franco Valente, Gaetano Fracassio, Jordi Prat Pons, Lindsay Kemp, Michele Zaza, Nicola Maria Martino, Simona Capitini.

 

 

Leggi tutto »

Gaetano Fracassio - "Fluida linea d'ombra"

24 novembre 2017 - 13 gennaio 2018

Fluida Linea D’ombra

Terre d’approdo. Le sue deviazioni

Fluida Linea D’Ombra è la storia di un continuo viaggiare, la rappresentazione non di partenze o approdi, bensì di dislocazioni contaminate, di passi che portano sempre con sé la propria casa. Lo spostamento genera non – equilibrio, il non – equilibrio alimenta la continua sete di conoscenza, la drammaturgia dell’adattamento, del distacco e dell’attraversamento di terre, strade, insegne, scoperte, una valigia per ogni traccia lasciata.  Lo sguardo dell’artista si insinua nelle pieghe delle case con l’obiettivo di stabilire un contatto con l’intimità dell’interno senza mai lasciarcelo intravedere: valigie facilmente sfilacciabili, case imprigionate in colori gocciolanti e racchiuse in spaghi ostinati rimangono in bilico su rami come alberi secchi; dondolano sospese nel nulla, appese ad un tetto vacillante; diventano una giostra vorticosa che si muove solo sullo sfondo, nelle ombre di un quadro che diventa ‘quarta parete’. Residenze.

Il risultato è una vera e propria linea d’ombra che è la linea alba, la scia materna che ognuno porta con sé come memoria, un accumulo di luci ed ombre da rievocare. Ed ecco che le opere di Fracassio, così squisitamente animate dall’eco dell’arte povera, sono attimi fermati in legno, cartone, elementi riciclati, tessuto, spago, pittura; installazioni lontane da qualsiasi forma di rassicurazione, se pur immediate e familiari nella loro costruzione sensoriale.

C’è qualcosa di incredibilmente statico nel vagabondaggio di Fracassio, un collezionismo di spoglie che diventano mappa per orientarsi o fermarsi in qualsiasi parte del mondo.

Quello che appare molto interessante di queste opere è la modalità di costruzione, che fa pensare ad una sorta di attitudine alla ricerca di ritorni.  C’è una connotazione quasi mistica nell’abitare case instabili, che ricorda quasi un rituale russo raccontato dall’etnologo Gilbert Durand “Quando un amico parte per un lungo viaggio, al momento di scambiarsi gli ultimi saluti, il viaggiatore si siede, tutte le persone presenti devono imitarlo… Prima di separarsi per lungo tempo, forse per sempre, ci si riposa ancora qualche momento insieme, come se si volesse ingannare il destino”.

Dottoressa Lara Carbonara

 

Leggi tutto »

Collettiva - Io con i bambini della Scuola "Giulio Cozzoli"

25 settembre - 14 ottobre 2017

Gli alunni delle classi quarte della Scuola Primaria “Giulio Cozzoli”, insieme alle insegnanti Anna Annese, Enza Gadaleta, Antonella Greco, Mariella Introna, Patrizia Roselli e Angela Salvemini hanno presentato, lunedì 25 settembre 2017, gli elaborati realizzati durante il laboratorio creativo “IO CON I BAMBINI DELLA SCUOLA “GIULIO COZZOLI” guidato dal Maestro Natale Addamiano.

Hanno presenziato il Sindaco di Molfetta Tommaso Minervini, l’Assessore alla Cultura Sara Allegretta, il Dirigente Scolastico Gaetano Ragno e i titolari della Galleria Susanna e Michele Vitulano.

 

Leggi tutto »

Antonio Schito , Natale Addamiano, Paolo Amerini, Vito Brattoli, Pasquale Guastamacchia, MICHELE PALOSCIA, Paolo Sciancalepore, Franco Valente, Valter Valentino, Collettiva - Astrazione dal mare

2 - 23 Settembre 2017

La mostra presenta, attraverso le opere in esposizione, diversi scenari marini caratterizzati da linguaggi artistici differenti.


Gli artisti provenienti dall’intero territorio nazionale sono:
Antonio Schito, Franco Valente, Michele Paloscia, Natale Addamiano, Paolo Amerini, Paolo Sciancalepore, Pasquale Guastamacchia, Vito Brattoli, Valter Valentino

Leggi tutto »

Antonio Schito , Natale Addamiano, Paolo Amerini, Vito Brattoli, Pasquale Guastamacchia, MICHELE PALOSCIA, Paolo Sciancalepore, Franco Valente, Valter Valentino, Collettiva - Astrazione dal Mare - Sala dei Templari, Piazza Municipio - Molfetta

10 - 28 Agosto 2017

La  mostra, organizzata dalla galleria 54 Arte Contemporanea, presenta, attraverso le opere in esposizione, diversi scenari marini caratterizzati da linguaggi artistici differenti ed è un’occasione per riaffrontare tematiche da tempo trascurate.

Gli artisti provenienti dall’intero territorio nazionale sono:

Antonio Schito, Franco Valente, Michele Paloscia, Natale Addamiano, Paolo Amerini, Paolo Sciancalepore, Pasquale Guastamacchia, Vito Brattoli, Valter Valentino

 

 

 

Leggi tutto »

Michele Roccotelli , Dino Sambiasi , Angelo Accardi, Luca Giovagnoli - Collettiva

9 Maggio - 20 Luglio 2017

Quattro artisti, Luca Giovagnoli, Michele Roccotelli, Angelo Accardi e Dino Sambiasi sono presenti in questa collettiva in collaborazione con la galleria "VerniceArte" presso 54 Arte Contemporanea

Leggi tutto »

Vito Brattoli - Paesaggi dell'anima

8 - 29 Aprile 2017

 

Dalla veduta alla visione:

Vito Brattoli e le “tabulae pictae”

 

La pittura di Vito Brattoli si disvela nella dimensione intima dello spazio in cui esporre. Girovagando tra stanze e pareti che, come avveniva già agli esordi, l’artista trasformerà in viaggi metaforici: in tavole sinottiche, quasi sempre esaltate dall’uso di pigmenti colorati, in grado di riassumere congruamente – all’interno del suo Ego – i concetti e gli affondi poetici di maggior conto. Ragion per cui questi Paesaggi dell’anima, innervati dalle conclusioni filosofiche che Umberto Galimberti diede alle stampe per i tipi della Mondadori nel 1996, sono microcosmi avvolgenti, suggeriti da fattori endogeni. Calati, a loro volta, in una dimensione elettiva che appare formalmente "incline verso l’area pittorica di Nicola De Maria".

Per via di affinità che, sul piano di una manifesta somiglianza, non sono certo pillole di conoscenza o d’influenza (al solito prevedibili e strumentali), ma frutto di un’ "amorosa conseguenza" . Paesaggi che talvolta consentono alla pittura di incrociare le risorse della scrittura, restituendoci il periplo di un territorio schiarito da una luce incapace di coniugarsi con le ombre. Un "terzo luogo" in cui, a partire da Apollinaire (che nei Calligrammi  indicherà la via più breve "per costringere l’occhio a una visione globale della parola scritta"), anche i poeti sono chiamati a dubitare del loro strumento privilegiato: che è appunto il verbum, in quanto sostanza del dire e del vivere.

Gaetano Mongelli

 

 

Leggi tutto »

Anna Zeligowski - Arte, scienza e medicina

18 febbraio - 1 Aprile 2017

 

"Non disegno per analizzare me stessa o per esprimere uno stato d’animo. Obbedisco a una necessità, comunico i miei sentimenti e le mie sensazioni, e li condivido. Spesso il disegno sembra quasi prendere vita da sé.

Le figure vengono fuori dall’inchiostro domandando di esistere, chiedendo di essere viste e riconosciute come creature viventi, sia che esse siano esseri umani, animali, oggetti o piante. Il mondo mi appare meravigliosamente complesso e sfaccettato. Affronto varie tematiche quali scienza, biologia, evoluzione, medicina, rapporti umani, la condizione della donna e la vita di ogni giorno.

Il disegno è finito solo quando so che tutto è stato detto e che non c’è null’altro da aggiungere.

Infine, arriva l’ultimo momento: la realizzazione della mia firma. Un piccolo disegno, quasi impercettibile, solitamente in fondo alla pagina; a volte solo una figura, altre volte il mio gemello sulla carta. E così io, alla fine del mio lavoro, so che quello che ho rappresentato è puro e sincero."

 

Leggi tutto »

Collettiva - Regalo ad arte

23 novembre - 27 dicembre 2016

Con la collettiva "Regalo ad arte", la galleria 54 Arte Contemporanea presenta al pubblico 27 opere di artisti internazionali:
Alfredo Piquer Garzòn, Ernesto Treccani, Ferruccio Maierna, Franco d’Ingeo, Franco Rutigliano, Franco Valente, Jordi Prat Pons, Kristina Milakovic, Lindsay Kemp, Marco Dolfi, Michele Paloscia, Nicola Maria Martino, Remo Brindisi, Salvatore Salvemini, Valentina Crasto.

Leggi tutto »

Valentina Crasto - Mostra personale di arte tessile contemporanea "In punta di piedi"

9 Ottobre - 9 Novembre 2016

Ogni immagine è un invito allo sguardo, una porta aperta tra il conosciuto e l’estraneo.

Siamo chiamati al confronto delle opere con la gentilezza del viaggiatore, come ospiti in transito nelle dimore visive della materia. L’arte di Valentina Crasto ci invita all’incontro con temi antichi, il filo come strumento di riparazione quotidiana, prende forma dall’incontro del gesto casuale con la paziente composizione. La provvisorietà dei corpi richiama a un femminile inteso come qualità intima presente in ogni esistenza umana, alle tracce che sfiorano il bianco e si fanno passaggi, istantanee dell’attimo presente prima dell’altrove. La scelta stilistica non prevede cuciture, né tagli, ci parla di una dematerializzazione necessaria per dichiarare una presenza, un invito a ricercare la materia nel suo essere in transito, nel suo farsi voce di una trasformazione embrionale, in divenire. Il viaggio in queste opere ci richiede di lasciare a riposo il nostro bisogno di comprenderle, per godere della sensazione tattile del corpi, della leggerezza e della corporeità che abitano ogni figura. Immaginare di toccare, lasciarsi riempire dal silenzio del volto e delle pose, dagli arti che si piegano e si distendono, è un invito a uno sguardo pieno, alla consapevolezza della nostra natura impermanente e provvisoria che ci sfiora con la pienezza di cui essa è portatrice.

Giulia Berra

 

 

Leggi tutto »

Pietro Ingravalle , Natale Addamiano - "Io, Pietro Ingravalle, con Natale Addamiano. Incontro dopo quarant'anni"

7 Luglio - 30 Settembre 2016

LA LIBERA LINGUA DELLA MATERIA

La varietà del lavoro creativo di Addamiano e Ingravalle emerge soprattutto dalla capacità di utilizzare i materiali più disparati. Il rispetto per la materia, la forza della stessa, è costituito oggi dalla serie di costellazioni in Addamiano, mentre in Ingravalle prevale il fascino di certi aspetti del gestualismo segnico-materico informale, di “pitture oggetti”.

Il materiale trovato in entrambi (pezzi di legno, cartoni usurati, vecchi tessuti, corde …) diventa per loro fonte di stimolo e ispirazione per nuove composizioni, con esiti assolutamente originali”

Testo di Natale Addamiano

 

PROPOSTA DI UN VISSUTO

In principio era la balla, l’eco–balla.

Il principio fu la possibilità di riciclare lo scarto – scarto di una produzione sovrabbondante, di un consumo eccessivo e irrefrenabile – e di ricombinarlo in forme espressive, accostamenti cromatici, volumi geometrici. Il principio fu l’eco-balla, l’idea di trasformare il “rifiuto”, nella doppia accezione di avanzo e scoria inerte, da un lato, e rigetto e disgusto, dall’altro.

Negli anni Ingravalle sottrae vari oggetti, materiali di ogni genere, tessuti e scampoli trovati per caso – bellissimi, quanto inutili – al loro breve ciclo vitale, se ne appropria, li accumula febbrilmente, li archivia. Dalla sfera d’uso immediato a quella intima del vissuto, la traslazione di questi splendidi scarti ne trascende il valore d’uso (o disuso), per farne inedita unità compositiva, gesto inaugurale, atto creativo.

L’opera di Ingravalle appartiene a due registri: quello realistico – tutto materiale – degli oggetti e dei volumi tridimensionali, tipici del Nouveau réalisme francese, ed il suo opposto, quello della composizione astratta (bidimensionale, non figurativa), elaborazione del trascorso pittorico dell’artista sulle orme degli astrattisti italiani. Lungi dal risolvere contraddizioni, realismo e astrazione si sovrappongono nelle opere di Ingravalle, a tratti convivono e a tratti collidono, esplodendo estenuate.”

Testo di Grazia Ingravalle

   

Leggi tutto »

Marco Dolfi - Mostra personale

19 marzo – 19 aprile 2016

Marco Dolfi è nato a Viareggio nel 1953. Studia all’Accademia di Belle Arti di Carrara e diventa docente di Anatomia Artistica all’Accademia di Belle Arti di Roma, entrando a far parte dell’ambiente artistico romano. Dal 1999 insegna all’Accademia di Belle Arti di Carrara nel corso di Disegno e Anatomia Artistica.  Il maestro ha esposto e continua ad esporre nei luoghi più prestigiosi di tutta Italia.

 

Leggi tutto »

Vittoria Facchini - Quel Mostro dell'Amore

10 febbraio – 13 marzo 2016

.

 

 

Leggi tutto »

Collettiva - Gianquinto, Marchetti, Nuovo, Forgioli, Baratella, Valente, Pizzi Cannella, Addamiano, Bressan

12 dicembre 2015 - 10 gennaio 2016

La mosta è visitabile tutti i giorni dalle 17:30 alle 20:30. Lunedì chiuso.

La mattina siamo a vostra disposizione tramite prenotazione.

Leggi tutto »

Natale Addamiano, Franco Valente, Collettiva - "Insieme"

8 agosto - 30 settembre 2015

 La collettiva "Insieme" può essere visitata tutti i giorni dalle 17:30 alle 20:30. La galleria è chiusa la domenica e il lunedì, mentre la mattina siamo a vostra disposizione tramite prenotazione.

Leggi tutto »

Collettiva - Cose d'Artista

12 giugno - 31 luglio 2015

 La mostra collettiva "Cose d'Artista" può essere visitata tutti i giorni dalle 17:30 alle 20:30. La galleria è chiusa domenica e lunedì, mentre la mattina siamo a vostra disposizione tramite prenotazione.

 

Artisti:

 

Angela Consoli, Anna Magistro, Antonello Ferrari, Antonio Laurelli, Arianna Spizzico, Christoph Gerling, Donato Linzalata, Ferruccio Maierna, Flavia D’Alessandro, Francesco Sannicandro, Franco Valente, Giovanni Carpignano, Giovanni Morgese, Giuseppe De Sario, Giuseppe Di Muro, Giuseppe Sylos Labini, Letizia Gatti, Loredana de Gennaro, Lucia Buono, Marcella Renna, Maria Bonaduce, Maria Pia Daidone, Massimo Nardi, Nando Granito, Pamela Amoruso, Paolo De Santoli, Paolo Lunanova, Paolo Tinella, Pasquale Guastamacchia, Roberto Sibilano, Vittoria Colaianni, Vittoria Facchini

 

 

 

Leggi tutto »

Kristina Milakovic - CONFINE

18 aprile - 14 maggio 2015

 

La mostra personale "Confine" può essere visitata tutti i giorni dalle 18 alle 21:00. La galleria è chiusa la domenica e il lunedì, mentre la mattina siamo a vostra disposizione tramite prenotazione.

 

 

 

 

Leggi tutto »

gallery artist

Ferruccio Maierna

Ferruccio Maierna, scultore, nasce ad Amsterdam il 18 settembre 1969, attualmente vive e opera a Roma. Si forma artisticamente dal 1989 al 1995 presso l'Ecole des arts di Bruxelles alla Sezione Scultura con la Prof.ssa Lucie Sentjens...

Leggi tutto »

Gallery Artist

Kristina Milakovic

Kristina Milakovic è un'artista europea, di cittadinanza italiana, operante e residente a Roma. E' nata nel 1976 nella Città di Belgrado, già Capitale Federale della Repubblica Socialista Jugoslava. ...

Leggi tutto »

Gallery Artist

Alfredo Piquer Garzòn

Alfredo Piquer Garzòn nasce a Madrid nel 1951. Pittore, incisore, poeta ed artista eclettico, nel 1975 si laurea in Lettere e filosofia presso l’Universidad Complutense, Madrid. Nel 1987 si laurea presso l’Accademia delle Belle Arti della medesima Università, ...

Leggi tutto »

gallery artist

Lindsay Kemp

Dopo gli studi al Bradford College of Art, Kemp ha sempre affiancato il disegno e la pittura alle altre attività creative con cui spesso sono connessi, soprattutto nel caso dei disegni per i suoi costumi teatrali. Numerose le mostre in tanti paesi...

Leggi tutto »